Decidere di arrabbiarsi

Qualche giorno fa ero con il mio bimbo e dopo una scenata, siamo usciti e ci siamo dati un abbraccio per fare pace.

Lui mi ha abbracciato, poi mi ha guardato e mi ha detto:

“perché mi hai voluto fare arrabbiare?”

Soffocando il “coooosa??” che mi si è materializzato in testa, ho fatto un bel respiro e gli ho risposto:

“Elia, sei tu che decidi di arrabbiarti per qualcosa, non io che ti voglio far arrabbiare.”

Ci ho ripensato a quella affermazione, che mi era venuta fuori così bene da sembrare uno slogan, e ho pensato che è davvero una cosa difficilissima.

La consapevolezza di scegliere di non arrabbiarsi per cose che ci infastidiscono è una conquista che molti di noi non raggiungo mai.

E quindi è giusto che io continui a esortare il mio bimbo a farlo (e sarà per lui davvero una salvezza nella vita se riuscirà a metterlo in atto) ma devo essere consapevole che è difficilissimo. Io stessa, magari non mi butto per terra a strepitare, ma resto con il muso e mi sfogo con la prima cosa socialmente accettata che succede.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: