non ne parliamo; risolviamo!

Non conoscevo Julio Velasco – e da questo potete dedurre che non sono una grande appassionata di pallavolo – prima che Marco me lo nominasse la scorsa settimana, dopo aver partecipato a un incontro di formazione sul lavorare in team all’interno della sua azienda (sì, le aziende che investono in formazione esistono!).

Quello che fa Velasco, in un breve video di tre minuti e mezzo, è raccontare il lavoro di squadra e uno dei suoi peggiori rischi: lo scarica barile.
Lo fa prendendo ad esempio gli schiacciatori che, a suo dire, sono esperti dell’alzata: sanno sempre come andrebbe fatta – e soprattutto come non andrebbe fatta – per permettere loro di fare un’ottima schiacciata.
Piccolo problema: loro sono schiacciatori! Il loro ‘lavoro’ è di schiacciare la palla, non di alzarla.
Se perdono tempo a giudicare se l’alzata è un po’ troppo bassina, non possono concentrarsi su trovare la soluzione al problema: come la schiaccio questa palla alzata male?

L’allenatore argentino conclude dicendo “io voglio schiacciatori che schiacciano bene palloni alzati male; perché poi i palloni schiacciati bene li schiacceranno benissimo! Quindi non ne parliamo, risolviamo!”

E questo è proprio uno dei segreti (di Pulcinella, se volete) per lavorare bene: fare il meglio che possono a partire dalla situazione che trovo. Perché “la realtà è com’è e non come voglio che sia”.

[kad_youtube url=”https://youtu.be/5RXX-PiifXY” ]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: